Home

“Tutto scorre” al B.R.A.C.T. di Arona

Nessun commento concerto Eventi Laboratori Socio Culturali Laboratorio PROGETTI

Daniele Goldoni approda al Brevi Residenze Artistiche di Comunità e Territori con “Tutto Scorre”, laboratorio narrativo di comunità.

Durante la sua residenza Daniele Goldoni ricostruirà la storia del Circolo Wood attraverso i racconti di chi lo frequenta e lo abita. Tutto ciò sarà riconsegnato alla comunità di Arona in uno spettacolo di canzoni e narrazione.

Il Wood, che in passato era una casa del popolo, oltre ad ospitare le B.R.A.C.T. è ricco di attività e servizi per la comunità come la mensa solidale. È stato quindi naturale trovare una connessione con la ricerca artistica di Daniele, secondo il quale l’importanza dell’impegno condiviso e il sentire collettivo sono ancora un sentiero possibile per una società più equa e giusta.

Arriva Parole di Popolo. Piccolo canzoniere resistente

Nessun commento concerto Eventi PROGETTI

Il 4 ottobre esce Parole di Popolo, piccolo canzoniere resistente. Il quarto album di Daniele Goldoni è un viaggio nella canzone popolare legata alla Resistenza.

Il disco è acquistabile su tutte le piattaforme online (ITunes, Amazon, ecc.) in formato MP3 e dal sito www.danielegoldoni.it in formato CD.

 

Questo album conclude un viaggio nella Resistenza che mi ha coinvolto negli ultimi dieci anni.
Circa due anni fa è l’ANPI “Ugo Roncada” mi ha chiesto di pensare insieme uno spettacolo in vista delle celebrazioni del 70° anniversario della Liberazione. Tale invito mi ha spinto a ricercare e riproporre il patrimonio di canzoni partigiane e a intensificare il mio lavoro di ricerca storiografica sulle canzoni popolari di quel periodo: accanto a brani celeberrimi come “Fischia il Vento” e “Bella Ciao”, sono così tornati alla luce anche canti della tradizione anarchica e delle lotte operaie, in alcuni casi con testi riadattati dai partigiani (“Addio Bologna Bella”), in altri riproposti con una veste musicale inedita (“Amore Ribelle”, “Sciur padrun da lì beli braghi bianchi”).
Lo spettacolo “Un Paese Cantato”, andato in scena per la prima volta il 23 aprile 2015 nell’Auditorium di Poggio Rusco (MN), è il risultato di tali ricerche.
Il disco è un estratto di quello spettacolo, rielaborato e arricchito poi in studio, in particolare dall’incontro con i Tamburi di Mantova, ensemble percussivo composto da profughi dell’Africa sub-sahariana, che canta insieme a me “Freedom Bella Ciao”.
Questo lavoro è un invito rivolto all’ascoltatore, affinché ricerchi la propria forma di Resistenza quotidiana contro ogni sopruso o negazione di diritto: dalla lotta a tutte le mafie e a tutte le corruzioni alla dignità del lavoro, dall’opposizione a un modello di sviluppo basato sull’individualismo e sul capitalismo inumano alla costruzione della pace, sino a giungere all’affermazione di una libertà che non sia confusa con il liberismo o il disinteresse ma tradotta in un impegno collettivo per costruire una società più giusta ed equa.

 

Hanno suonato:

  • Daniele Goldoni (voce, chitarra, flauto)
  • Luca Barbi (chitarra)
  • Marco Gennari (basso)
  • Nicola Martinelli (batteria, percussioni)
  • Roberto Rossi (Sax)
  • I Tamburi di Mantova (percussioni e voci in Freedom Bella Ciao)
  • Massimo Minotti (chitarra in Freedom Bella Ciao)

 

Registrato presso l’Auditorium di Poggio Rusco il 23 aprile 2015
Registrazione e post produzione: Massimo Minotti
Arrangiamenti collettivi
Foto di Copertina di Marcella Marcolin
Foto dei musicisti di Silvia Talarico e Stefano Baggio
Grafica di Arianna Maiocchi