Home

Daniele Goldoni all’Istituto Ernesto De Martino

Nessun commento concerto Eventi

InCanto 2022

Rassegna del canto di tradizione orale e di nuova espressività XXVIIª edizione: Incanto tutto l’anno

 

La festa del 1° Maggio

 

Dopo due anni caratterizzati dalle limitazioni per affrontare l’epidemia da covid19, con una guerra in corso con città bombardate e la povera gente che soffre e muore, l’Istituto Ernesto de Martino ripropone la sua iniziativa più sentita, più partecipata e più politica: LA FESTA DEL 1 MAGGIO.Più politica proprio perché la Festa nasce ormai 25 anni fa come esaltazione del mondo dei lavoratori e delle loro lotte, come bisogno di incontro e partecipazione, come necessità di lanciaremessaggi che hanno radici nel passato ma ancora oggi suonano come “legge per l’avvenir” e per questo nostro disgraziato presente: “nostra patria è il mondo intero” è proprio questo e non solo il verso di un canto amatissimo.

 

Daniele Goldoni sarà presente con le sue canzoni e i suoi racconti, condividendo il palco con Ginevra Di Marco, Francesco Magnelli e Andrea Salvadori, Alberto Cesa con gli Alberkant, La Brigata Valibona, Le Musiquorum, Ribelli in Cor, il Gruppo della Montagnola Senese, Moreno Ciandri e BrigandTrio, Davide Giromini, Alessio Lega e Guido Baldoni, Rocco Marchi, Pietro Sabatini, Resistenza Acustica, Lorenzo Falchi, Roberto Corsi e Francesco Iorio.

Voci dalla Shoah a BiblioNOI

Nessun commento concerto Eventi

L’11 aprile alle 19, Daniele Goldoni presenterà presso l biblioteca di Associazione MondoDonna Onlus lo spettacolo tratto dal disco Voci dal profondo inferno.
Attraverso i canti dei deportati, tradotti per la prima volta in italiano, il racconto della storia degli uomini che li hanno scritti, delle condizioni in cui hanno vissuto e troppo spesso sono morti. Storie dei ghetti, dei lager e del viaggio
che le canzoni hanno compiuto attraverso l’Europa occupata spesso superando le barriere del filo spinato.

Fiabe da assaggiare a BIblioNOI

Nessun commento concerto Eventi Fiabe

L’11 aprile Daniele Goldoni presenterà il suo spettacolo per bambini presso la biblioteca della Associazione MondoDonna Onlus in via Porto 15 a Bologna. Suoni, sapori e creature fantastiche si sposano in una narrazione musicata di fiabe che incantano gli occhi e la fantasia. Le fiabe, orginali, sono scritte e musicate, recitate e cantate da Daniele Goldoni

Voci dalla Shoah alla Biblioteca Borges di Bologna

Nessun commento concerto Eventi Nelle scuole

Attraverso i canti dei deportati, il racconto della storia degli uomini che li hanno scritti, delle condizioni in cui hanno vissuto e troppo spesso sono morti.
Storie dei ghetti, dei lager e del viaggio che le canzoni hanno compiuto attraverso l’Europa occupata, spesso superando le barriere del filo spinato.
Spettacolo per i ragazzi delle Scuole Secondarie di Primo Grado, promosso da biblioNOI Associazione MondoDonna Onlus

11 aprile, presso la Biblioteca Jorge Luis Borges di Bologna. Spettacolo riservato alle scolaresche

Le voci della terra al MU.VI di Viadana

Nessun commento concerto Eventi

Il 30 dicembre alle ore 21, presso il MU.VI di Viadana, Daniele Goldoni presenterà “Le voci della terra”

In questo spettacolo Daniele Goldoni presenta brani della tradizione popolare in un percorso tra musica e parole. Canti della festa, del lavoro e della vita di una volta, raccontano di un mondo passato nel tempo, ma ancora molto presente nell’animo di ognuno di noi. Un mondo ancestrale i cui archetipi ritroviamo nell’esperienza umana di ogni tempo, di ogni luogo, di ogni epoca.

I brani vengono introdotti da racconti di aneddoti sulla vita di un tempo che ci riconsegnano un mondo differente nel quale possiamo ancora rispecchiarci.

“Le voci della terra” è quindi un’occasione per ascoltare parole e suoni che ci parlano dal passato per dirci chi siamo oggi, sino ad arrivare a ri-conoscerci.

La lotta dell’Onda Rossa (NOI siamo la Corneliani)

Nessun commento concerto Eventi PROGETTI

Giovedì 25 novembre 2021 – presso la Fabbrica Corneliani (spettacolo riservato alle lavoratrici e ai lavoratori)

Nell’ambito della rassegna “Sempre lo stesso smalto”, Organizzata dalla FILCTEM CGIL di Mantova insieme alla Cgil Mantova, la Gazzetta di Mantova, l’assessorato alla cultura del Comune di Pegognaga e il suo Centro culturale ‘Livia Bottardi Milani’, Daniele Goldoni porta in scena “La lotta dell’Onda Rossa (NOI siamo la Corneliani)”.

Questo spettacolo è un racconto (uno dei tanti possibili) della lotta delle lavoratrici e dei lavoratori della Corneliani per la difesa della loro fabbrica. Daniele Goldoni ha voluto raccogliere le testimonianze e le storie di chi ha fatto parte di questa epopea per legarle insieme in un racconto a più voci. Una storia particolare, che diviene epica e pertanto universale. La vicenda di un gruppo di donne e uomini che ha tanto da dire a ciascuno di noi, divenendo metafora della nostra società e di quell’impegno collettivo cui siamo tutti chiamati per costruire un mondo migliore.

 

“Da quindici anni”, dice Daniele Goldoni “mi occupo di Nuova Resistenza, ovvero di come oggi nella nostra vita possiamo e dobbiamo interpretare gli ideali che hanno animato la lotta per la Liberazione. Mi sembra che la lotta delle lavoratrici e dei lavoratori della Corneliani sia un esempio grande e luminoso di Nuova Resistenza. Dovrebbe essere raccontata nelle scuole.”

“È stata Maria Zuccati, che in percorsi di questo tipo è un po’ la mamma di tutti noi, a portare alla mia attenzione la vicenda Corneliani. Tramite lei, ho contattato chi di questa lotta era stato l’anima e chi ne era stata la voce: Michele Orezzi e Monica Viviani. Con loro ho parlato molto e mi hanno accompagnato per mano in questa storia. Ad ogni parola, mi accorgevo sempre più della forza di questa vera e propria epopea. Sempre più sentivo l’esigenza di raccontarla e di farlo attraverso le voci dei diretti protagonisti. Da qui l’idea di realizzare una serie di interviste insieme a Monica, che raccogliessero le voci delle lavoratrici e dei lavoratori che hanno lottato insieme per il loro posto di lavoro, per la loro fabbrica, per le loro vite.”

 

Da qui nasce lo spettacolo La lotta dell’Onda Rossa, così chiamato in omaggio alla definizione che così bene ha descritto e descrive questa vicenda. In scena, Daniele Goldoni racconta non la storia fatta di date e di avvenimenti, ma le storie, le vite, le emozioni, le riflessioni di chi ne ha fatto parte, usando le parole raccolte nelle interviste. Emerge così un mosaico di punti di vista, un racconto corale che diviene collettivo.

Nello spettacolo, le storie vengono legate tra loro da interventi musicali che ripropongono canzoni del repertorio popolare e d’autore legate al tema del lavoro. La storia delle lavoratrici e dei lavoratori della Corneliani si lega pertanto a ogni altra lotta in difesa del lavoro e della dignità dei lavoratori: da quella delle mondine nelle risaie, a quella degli emigranti che tentavano la fortuna in America o in Svizzera nei secoli passati, dalle lotte di fabbrica degli anni ’70, al lavoro dei braccianti nei campi.

 

Storie di altri tempi e luoghi che si intrecciano a una storia mantovana di oggi, per raccontare a ciascuno di noi quanto bisogno ci sia di ritornare a pensare a una società in cui il Noi prevalga sull’Io. Di quanto urgente sia che ognuno di noi faccia la sua parte, oggi, qui, per costruire una società più giusta ed equa.